Anche tu stai soffrendo di disturbi intestinali per il cambio di stagione? Ecco i migliori RIMEDI NATURALI

(Firenze)ore 08:19:00 del 11/04/2018 - Categoria: , Salute

Anche tu stai soffrendo di disturbi intestinali per il cambio di stagione? Ecco i migliori RIMEDI NATURALI

Non tutti forse lo sanno, anche se in molti se ne sono già accorti, che il cambio di stagione può dare disturbi allo stomaco nelle persone che già sono soggette a problematiche che interessano quell’organo.

Non tutti forse lo sanno, anche se in molti se ne sono già accorti, che il cambio di stagione può dare disturbi allo stomaco nelle persone che già sono soggette a problematiche che interessano quell’organo.

Per superare dolore, cattiva digestione, bruciore, reflusso, gastrite e acidità, uno dei rimedi naturali più semplici, immediati ed efficaci, è quello di prestare ancora più attenzione all’alimentazione e allo stile di vita.

Ecco dunque cosa fare e i rimedi naturali per attenuare o eliminare questo disturbo.

Cibi da evitare

Vanno evitati i cibi irritano e provocano acidità come i pomodori, gli agrumi, il cioccolato, il caffè, la menta, gli alimenti piccanti, i grassi, i fritti, i condimenti eccessivi, bevande e cibi troppo caldi o troppo freddi, bibite gassate, chewing gum, aglio, cipolla. Meglio non esagerare con i latticini.

Via libera invece ad alimenti digeribili come: cereali, in particolare avena e riso, frutta, come mela e pera, e verdura, specie finocchio e carota.

Ricordate inoltre che masticare lentamente aiuta la digestione.

Rimedi naturali contro reflusso e bruciore di stomaco

Esistono poi rimedi naturali efficaci e poco invasivi per avere sollievo dal bruciore gastrico, che placano ogni sintomo.

Innanzi tutto parliamo delle buone abitudini appena svegli. Per bilanciare l’acidità di stomaco, è necessario agire con qualcosa di alcalino, che riequilibri la situazione. Appena alzati beviamo un bicchiere di acqua tiepida con il succo di mezzo limone, lontano dalla colazione almeno mezz’ora.

Argilla bianca

Ottima è anche l’argilla bianca per uso alimentare, filtrata in maniera più fine rispetto a quella per utilizzi cosmetici. Un cucchiaino di argilla da disciogliere in mezzo bicchiere di acqua a temperatura ambiente e da bere dopo i pasti principali, ci assicura sollievo dal bruciore in maniera efficace.

Acqua e limone

Anche se il limone è tendenzialmente acido, una volta che il succo arriva puro nello stomaco, genera ceneri basiche, in grado di alcalinizzare l’ambiente e regolare così il ph. L’acqua e limone ogni mattina è un ottimo rimedio della nonna contro ogni tipo di infiammazione ed è una buona pratica anche per depurare il fisico dalle tossine accumulate.

Acqua e bicarbonato

Se poi dopo mangiato iniziamo a percepire il classico senso di pesantezza di stomaco e bruciore, per agire tempestivamente sul fastidio, possiamo contare sul classico mix di acqua e bicarbonato, infallibile sin dai tempi antichi. In alternativa possiamo affidarci senza timori anche al succo di aloe vera, pianta usata dalla medicina olistica anche contro l’ulcera gastrica. L’aloe va però evitata in caso di gravidanza.

Infusi e Tisane

La classica tisana all’alloro e limone è un toccasana quando abbiamo mangiato troppo e vogliamo accelerare il processo digestivo, mentre il decotto a base di semi di finocchio, è ottimo sia come digestivo sia come rimedio naturale curativo contro l’acidità gastrica.

Mettiamo a bollire un cucchiaio di semi in mezzo litro d’acqua e facciamo bollire per 5 minuti. Dopo di che lasciamo in infusione per 15 minuti e filtriamo. Beviamo a temperatura ambiente mezz’ora prima dei pasti tre volte al giorno come prevenzione, oppure subito dopo per alleviare il senso di acidità di stomaco.

Da: QUI

Autore: Sasha

Notizie di oggi
Come mangiare la POLENTA per PERDERE PESO
Come mangiare la POLENTA per PERDERE PESO
(Firenze)
-

Con la dieta della polenta torni in forma, perdi peso e combatti la ritenzione idrica senza rinunciare al gusto
Si può dimagrire mangiando la polenta? La risposta è sì, tanto che esiste...

Dieta per ipertrofia muscolare
Dieta per ipertrofia muscolare
(Firenze)
-

Per ipertrofia dei muscoli scheletrici si intende l’aumento del volume della massa muscolare, in tutte le sue componenti: fibre, miofibrille, tessuto connettivo, sarcomeri
Per ipertrofia dei muscoli scheletrici si intende l’aumento del volume della...

Vuoi dimagrire veramente? Devi RIDURRE i CARBOIDRATI!
Vuoi dimagrire veramente? Devi RIDURRE i CARBOIDRATI!
(Firenze)
-

Alzi la mano chi non ama consumare pizza, pasta e panini. Spesso però gli alimenti del cuore vengono banditi da molte diete.
Alzi la mano chi non ama consumare pizza, pasta e panini. Spesso però gli...

Piu' baci...piu' dimagrisci!
Piu' baci...piu' dimagrisci!
(Firenze)
-

Il bacio è un ottimo alleato della dieta. Questo gesto semplice infatti ci consente di dimagrire, ma ci regala anche una pelle tonica e il buonumore
Come qualsiasi altra attività infatti, anche baciarsi porta ad un dispendio di...

Segnali di MAGNESIO pericolosamente bassi? Ecco come saperlo
Segnali di MAGNESIO pericolosamente bassi? Ecco come saperlo
(Firenze)
-

Si parla di carenza di magnesio quando i valori di minerale assunti sono al di sotto del fabbisogno quotidiano.
  Si parla di carenza di magnesio quando i valori di minerale assunti sono al...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati