Allarme in Nord Italia: terrore per il ghiacciaio

(Milano)ore 19:35:00 del 03/02/2017 - Categoria: , Ambiente, Cronaca, Denunce

Allarme in Nord Italia: terrore per il ghiacciaio

Il monte Ortles è una delle montagne più alte della catena alpina. La cima, a 3.905 metri di quota, si trova al confine tra la Lombardia e l'Alto Adige

Il monte Ortles è una delle montagne più alte della catena alpina. La cima, a 3.905 metri di quota, si trova al confine tra la Lombardia e l'Alto Adige. È una montagna enorme, tanto che la sua ascesa a piedi richiede un paio di giorni di cammino. E la sua parte sommitale è costituita da una enorme calotta di ghiaccio. Un ghiacciaio profondo diverse decine di metri rimasto, grazie all'altitudine alla quale si trova, praticamente immutato da migliaia di anni a questa parte.

Ma gli studiosi del Consiglio nazionale delle ricerche (Idpa-Cnr) che lo osservano periodicamente, come fanno con tutti i ghiacciai del nostro arco alpino tramite "carotaggi" e misurazioni, hanno fatto negli ultimi mesi una scoperta eccezionale e allo stesso tempo inquietante. Secondo lo studio, pubblicato su The Cryosphere, l'enorme massa di ghiaccio ha cominciato a muoversi per la prima volta da 7.000 anni a questa parte. Cioè dai tempi dell'Uomo di Similaun, la mummia trovata sull'omonimo ghiacciaio che si trova in linea d'aria a 37 chilometri dall'Ortles.

Le carote di ghiaccio estratte indicano come il ghiacciaio abbia cominciato una fase di accelerazione del movimento che non avrebbe precedenti nel periodo osservato. Le prove vengono dagli strati più profondi, datati con la tecnica del carbonio 14, e da misurazioni condotte nel foro di perforazione mediante un inclinometro, strumento in grado di rilevare anche minimi movimenti glaciali. Paolo Gabrielli, ricercatore presso il Byrd Polar and Climate Research Center dell'Università dell'Ohio e responsabile dello studio, spiega: "Il movimento del ghiaccio più profondo potrebbe essere causato dalle infiltrazioni dell'acqua di fusione superficiale, a partire dai margini rocciosi a monte del sito di perforazione, e dal fatto che ora quest'acqua, durante le estati eccezionalmente calde, stia lubrificando la parte basale del ghiacciaio favorendone cosi' il movimento".

Da: QUI

Autore: Luca

Notizie di oggi
Chi erano i CLIENTI di GIUSEPPE CONTE?
Chi erano i CLIENTI di GIUSEPPE CONTE?
(Milano)
-

Una società il cui capo è finito in carcere, un gruppo energetico che sfrutta incentivi statali. E non solo: vi raccontiamo per chi ha lavorato il presidente del Consiglio
Lo aspetta un futuro da «avvocato del popolo italiano», come ha promesso in...

Vietato chiamarli ZINGARI....
Vietato chiamarli ZINGARI....
(Milano)
-

Se volete capire che cos’è il politicamente corretto inalberato dalla sinistra e adottato da quasi tutti i media, e quali danni realmente produce nella vita quotidiana, i rom sono il campione perfetto.
Se volete capire che cos’è il politicamente corretto inalberato dalla sinistra e...

Massoni al governo: giu' la maschera, caro DI MAIO!
Massoni al governo: giu' la maschera, caro DI MAIO!
(Milano)
-

Giù la maschera, caro Di Maio: quello presieduto da Giuseppe Conte è «un governo ad alta densità massonica», sia pure «di segno progressista»
Giù la maschera, caro Di Maio: quello presieduto da Giuseppe Conte è «un governo...

NO agli sbarchi di Salvini come gli 80 euro di Renzi?
NO agli sbarchi di Salvini come gli 80 euro di Renzi?
(Milano)
-

Portare a casa un risultato subito, quale che sia: che differenza c’è tra il blocco delle navi delle Ong imposto da Salvini e la mancia degli 80 euro concessi da Renzi?
Portare a casa un risultato subito, quale che sia: che differenza c’è tra il...

La Tasse ci DIVORERANNO: ECCO 3 MOTIVI
La Tasse ci DIVORERANNO: ECCO 3 MOTIVI
(Milano)
-

Vi citiamo tre casi apparentemente diversi tra loro: l’accordo per gli esuberi Tim, l’impatto delle politiche Bce su debito pubblico italiano e infine le aliquote dell’Imu da pagare lunedì prossimo.
Vi citiamo tre casi apparentemente diversi tra loro: l’accordo per gli esuberi...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati