Agnello a Pasqua: BASTA FARE I MORALISTI!

(Torino)ore 12:49:00 del 16/04/2017 - Categoria: , Denunce, Editoria, Sociale

Agnello a Pasqua: BASTA FARE I MORALISTI!

NEL MONDO MILIONI DI BAMBINI MUOIONO PER MALATTIE E PER FAME, E QUESTO NONOSTANTE LE RISORSE E LE CURE PER SFAMARE E CURARE TUTTI CI SAREBBERO E IN ABBONDANZA.

NEL MONDO MILIONI DI BAMBINI MUOIONO PER MALATTIE E PER FAME, E QUESTO NONOSTANTE LE RISORSE E LE CURE PER SFAMARE E CURARE TUTTI CI SAREBBERO E IN ABBONDANZA.

Basta pensare che l'1% più ricco del pianeta detiene oltre il 50% della ricchezza, quindi possiede di più del restante 99% messo insieme. Se costoro si accontentassero non di avere come gli altri, l'1% ma di avere solamente 10 volte tanto e non 100, non ci sarebbero più carestie, persone che muoiono di fame o per malattie curabilissime. Non ci sarebbe più nemmeno il problema delle migrazioni, perchè se hai un tetto e di che sfamarti e di che curarti non attraversi certo il deserto o il mare sui barconi per cercare fortuna.

Ci si imbatte in persone che non mangiano agnello a Pasqua perché “poverino”, ma ogni settimana comprano le fettine di petto di pollo al supermercato al costo di un pacco di carta igienica. Quel pollo – comprato di fretta dopo i grissini integrali e prima degli assorbenti – è figlio di un allevamento intensivo che gli ha tolto qualsiasi dignità. E un pollo non può costare meno di uno shampoo.

Ora voi direte: e che caspita centra con gli agnelli??? Centra che se le risorse che tanta gente impiega per difendere i diritti degli animali, degli agnelli, delle mucche, delle galline, dei tacchini, dei cinghiali, degli uccelli, ect, ect fossero impiegate per difendere la vita degli esseri umani, avremmo certamente un mondo migliore.

Il mestiere più antico dell'uomo (non quell'altro) è la pastorizia che ha permesso di aver cibo ad alto contenuto proteico a disposizione e dunque l'uomo si è evoluto e adesso siamo quello che siamo. Fra l'altro fare queste campagne proprio a Pasqua (Berlusca ha trovato un altro modo per farsi disprezzare) danneggia esclusivamente gli allevatori e i pastori italiani che in questo periodo riescono a vendere i loro prodotti ad un prezzo decente, per il resto dell'anno sono sottoposti alla spietata concorrenza della carne proveniente dall'estero.

Autore: Luca

Notizie di oggi
SCATTA L'ORA X IN SICILIA: CORSA ALLE POLTRONE IN ATTO
SCATTA L'ORA X IN SICILIA: CORSA ALLE POLTRONE IN ATTO
(Torino)
-

Siciliani, non sarete mica sorpresi ! A che cosa pensavate, quando avete messo la X sulla scheda elettorale ? Per non cambiare nulla e continuare la decadenza, la schiavitù, i voti di scambio, le mazzette..…
Siciliani, non sarete mica sorpresi ! A che cosa pensavate, quando avete messo...


(Torino)
-


BERLINO - L'Italia, vista dai quotidiani tedeschi, è un coacervo di questioni...

Inquinamento: ITALIA PRIMO PAESE PER MORTI IN EUROPA
Inquinamento: ITALIA PRIMO PAESE PER MORTI IN EUROPA
(Torino)
-

“L’Italia è il primo grande Paese europeo per numero di morti legati all’inquinamento dell’aria. Questo è quanto emerge da uno studio presentato al Senato dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile, presieduta dall’ex ministro dell’Ambiente Edo Ronchi.
“L’Italia è il primo grande Paese europeo per numero di morti legati...

Morto il piu' fedele servitore dello Stato: TOTO' RIINA!
Morto il piu' fedele servitore dello Stato: TOTO' RIINA!
(Torino)
-

I veri misteri che il capo dei capi si è portato nella tomba sono tantissimi...
Dal dicembre 1995, Riina è stato rinchiuso nel supercarcere dell'Asinara, in...

USA: ecco la PILLOLA DIGITALE che comunichera' al Sistema se l'hai assunta oppure no!
USA: ecco la PILLOLA DIGITALE che comunichera' al Sistema se l'hai assunta oppure no!
(Torino)
-

Buongiorno, volevamo avvisarla che questo mese non riceverà lo stipendio ed è appena stato licenziato poiché sebbene in stato di malattia non ha ingerito il nostro farmaco !!!!
"Pare fantascienza ma si tratta solo di controllo globale totalitario della...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati