Adotti un cane abbandonato? Ti spettano dei soldi

CREMONA ore 22:48:00 del 02/12/2014 - Categoria: Curiosità, Denunce, Editoria, Sociale

Adotti un cane abbandonato? Ti spettano dei soldi

Adotti un cane abbandonato? Ti spettano dei soldi | Analisi completa di Italianosveglia

Alcune regioni Italiane possono dare un contributo a chi adotta un cane dal canile a titolo di risarcimento delle spese sostenute per curare l’animale tolto dalla strada ed il contributo varia a seconda dell'età dell'animale. Per ottenere questo contributo dovreste rivolgervi al comando di polizia municipale, che vi darà delle spiegazioni e vi dirà se la vostra città è adibita al rilascio di contributi per adozione animali abbandonati. Il contributo varia a seconda dell’età dell’animale e soprattutto dalla Salute di quest’ultimo.

Adottare un animale significa accogliere nella propria famiglia un animale che può essere stato abbandonato, malato, oppure un cucciolo nato in una famiglia che non può più tenerlo. Ci si impegna a dargli una casa e delle cure adeguate in modo da farlo vivere felicemente, sano e a lungo. Per adottare un animale per esempio un cane o un gatto puoi andare in un canile o un gattile. Chi vuole adottare un gatto va a fare una visita nella struttura nella quale risiedono numerosi gatti liberi, vaccinati, sterilizzati e testati Fiv e FeLV. I gatti una volta erano randagi o di qualcuno che non li voleva più, adesso vivono tutti insieme nella struttura. Una volta scelto il gatto i volontari faranno delle domande per capire se la persona che lo vuole adottare ha buone intenzioni e poi faranno visita a casa sua per controllare che sia in grado di ospitare un amico felino. Una volta che loro sono certi di avere davanti una brava persona questa dovrà firmare un contratto di cessione e se vuole potrà lasciare un'offerta libera per il gattile. A questo punto potrai portare il tuo nuovo amico a casa. Di solito la struttura chiede sempre notizie dei gatti o dei cani adottati nel tempo.

Legalmente quando si trova un cane, invece,  bisogna portarlo al canile, dove valuteranno la presenza del microchip per risalire al proprietario. In assenza di esso, il cane dimorerà per 60 giorni nella struttura tempo imposto per legge in cui il padrone puo' recuperarlo, trascorsi i 2 mesi, il cane diventa a tutti gli effetti svincolato quindi pronto per una nuova adozione, e chiunque in questo caso puo' prenderlo con tutti gli effetti di legge.

Tenere un cane trovato senza aver ottemperato a quanto sopra scritto è una appropriazione indebita perseguibile per legge per quanto sia nobile il gesto di tenerlo subito, pero' vanno rispettate tutta una serie di prassi imposte dalla legge. Una volta adottato, il canile lo cederà con gli eventuali vaccini e quant'altro, bisogna richiedere il libretto sanitario alla struttura stessa, dove verranno segnati i vaccini ed altri interventi effettuati al cane. Il microchip lo inseriscono nel momento che entra nella struttura se ne è privo/a. Se femmina per obbligo devono darla già sterilizzata. Il maschio no, quindi inizialmente avrai come unica spese iniziale cibo oggettistica cuccia e quant’altro.

Autore: Gerardo

Notizie di oggi


-


ENRICO BRIGNANO "ECCO COSA FARE SE TROVI UN LADRO IN CASA" Il comico romano in...

FATE GIRARE: Ti e' arrivato questo avviso? FAI ATTENZIONE!
FATE GIRARE: Ti e' arrivato questo avviso? FAI ATTENZIONE!

-

NOTIZIA DI POCO FA!! QUESTO AVVISO STA ARRIVANDO A TUTTI! FATE ATTENZIONE.. DOVRETE PAGARE MOLTO!!! ECCO PERCHÈ.. ASSURDO!
NOTIZIA DI POCO FA!! QUESTO AVVISO STA ARRIVANDO A TUTTI! FATE ATTENZIONE.....

Di cellulare si muore: STUDI SCIENTIFICI LO DIMOSTRANO
Di cellulare si muore: STUDI SCIENTIFICI LO DIMOSTRANO

-

Dopo 10 anni di utilizzo del cellulare la possibilità di ammalarsi di tumore al cervello triplica negli adulti e quintuplica nei giovani. Le aziende commissionano falsi studi per nascondere gli effetti nefasti sull’uso del telefono, ma difendersi si può.
Dopo 10 anni di utilizzo del cellulare la possibilità di ammalarsi di tumore al...

I Bamboccioni italiani? Indipendenti a 40 anni! Colpa dello Stato o dei Genitori?
I Bamboccioni italiani? Indipendenti a 40 anni! Colpa dello Stato o dei Genitori?

-

IN ITALIA QUASI IL 66% DEI «GIOVANI ADULTI», OVVERO LE PERSONE TRA I 18 E I 34 ANNI VIVE A CASA CON I GENITORI, UNA PERCENTUALE DI QUASI 20 PUNTI SUPERIORE ALLA MEDIA DI TUTTI I 28 PAESI UE (48,4%), LA PIÙ ALTA DELL'UNIONE DOPO LA CROAZIA
IN ITALIA QUASI IL 66% DEI «GIOVANI ADULTI», OVVERO LE PERSONE TRA I 18 E I 34...

Vitalizio, cosa conoscere
Vitalizio, cosa conoscere

-

«Assenza di concreti e attuali indicatori di rischio», sentenziò il Viminale.
FANNO PROPRIO PENA. FORSE NECESSITA UNA PICCOLA BENEFICENZA DA PARTE DEL POPOLO...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati