Acquedotto Irpinia, in 37 anni scavati solo 6 km su 10: TUTTO NORMALE. SIAMO ITALIANI

(Avellino)ore 09:01:00 del 20/04/2017 - Categoria: , Ambiente, Cronaca, Denunce

Acquedotto Irpinia, in 37 anni scavati solo 6 km su 10: TUTTO NORMALE. SIAMO ITALIANI

Questa galleria rappresenta esattamente l'Italia.. un buco senza fondo a costi proibitivi.. e vicino c'è quella originale vecchia di 100 anni che probabilmente con opportuni restauri sarebbe tuttora funzionale.. Del resto gli acquedotti romani hanno 2000

Questa galleria rappresenta esattamente l'Italia.. un buco senza fondo a costi proibitivi.. e vicino c'è quella originale vecchia di 100 anni che probabilmente con opportuni restauri sarebbe tuttora funzionale.. Del resto gli acquedotti romani hanno 2000 anni e non c'era il mille proroghe e ... Renzi che stranamente non ha ancora risolto questo problema!!!

L’idea di un tunnel sostitutivo nasce dopo il sisma del 1980. Il tracciato originale - che porta acqua a 1 milione e 300mila persone - ha retto, ma le perizie evidenziano danni. Nel 1985 l’Ente Autonomo Acquedotto Pugliese realizza il progetto della Bis.

I primi cantieri nel 1990. Tra contratti rescissi e contenziosi si arriva al 1998, quando arriva il commissario straordinario. L'ultimo, Roberto Sabatelli, è in carica dal 2005. Si definisce "sblocca cantieri" e percepisce 290mila euro l'anno. Ma i lavori sono fermi. Motivo? La talpa si è incastrata nell'agosto 2016. Ma nessuno sa perché, né riesce a farla ripartire

In Italia la costante bassa densità neuronale di chiunque operi nel pubblico, giacchè nessuno fa qualcosa per merito o competenza ma solo perchè è raccomandato ci pone nelle condizioni di blocco di una qualsiasi cosa , quando lo standard, cioè la fresa scava ed io guido e guardo il livello del gas.2 cose 2, non funziona più, perche gli infami della parentopoli sono costretti ad usare gli atrofizzati mezzi cereberali..a quel punto dover capire come fare a sbloccarla è al di là e quindi fine dei lavori..quando leggo poi fresa arrivata dalla germania ed i tecnici tedeschi non erano già lì il giorno prima è nausea..micca pe niente la ferrari non vince più e ducati e lamborghini sono finite nelle fauci tedesche..

Il MAGNA MAGNA è sempre esistito, solo che adesso è diventato "SFACCIATO" alla luce del sole.

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
I multivitaminici? Inutili e dannosi
I multivitaminici? Inutili e dannosi
(Avellino)
-

A volte può essere difficile alimentarsi nel miglior modo possibile. Tuttavia, una delle conseguenze è quella di andare incontro a carenze vitaminiche.
A volte può essere difficile alimentarsi nel miglior modo possibile. Tuttavia,...

25 aprile: liberati, ma da chi? Sono 72 anni che viviamo sotto LADRI, DELINQUENTI E POLITICI CORROTTI
25 aprile: liberati, ma da chi? Sono 72 anni che viviamo sotto LADRI, DELINQUENTI E POLITICI CORROTTI
(Avellino)
-

E’ da quel 25 Aprile 1945 che l’Italia vive sotto la prigionia di ladri, delinquenti, affamatori di popoli, di politici corrotti e arraffoni ingordi.
E’ da quel 25 Aprile 1945 che l’Italia vive sotto la prigionia di ladri,...

Tumore al cervello per uso del cellulare: prima sentenza
Tumore al cervello per uso del cellulare: prima sentenza
(Avellino)
-

Gli era venuto un cancro perché usava il telefonino per lavoro, per più di tre ore al giorno per 15 anni e adesso l'Inail è stata condannata a pagare la rendita perpetua per il danno sul lavoro subito da un dipendente Telecom.  
Gli era venuto un cancro perché usava il telefonino per lavoro, per più di tre...

Siem Pilot: la nave che porta i migranti in Italia. VIDEO SHOCK
Siem Pilot: la nave che porta i migranti in Italia. VIDEO SHOCK
(Avellino)
-

QUESTA L’INCREDIBILE ATTIVITÀ DELLA NAVE SIEM PILOT, CHE PORTA I MIGRANTI DALLE COSTE LIBICHE ALLE COSTE ITALIANE, CAMPANE, SICILIANE E SOPRATTUTTO SARDE.
QUESTA L’INCREDIBILE ATTIVITÀ DELLA NAVE SIEM PILOT, CHE PORTA I MIGRANTI DALLE...

LA SCHIAVITU' SILENZIOSA ALL'INTERNO DEI CENTRI COMMERCIALI
LA SCHIAVITU' SILENZIOSA ALL'INTERNO DEI CENTRI COMMERCIALI
(Avellino)
-

I centri commerciali aperti con regolarità la domenica e i festivi sono certamente una comodità, ma a quale prezzo? Sicuramente, oltre alla crisi dei piccoli esercenti, a farne le spese sono i lavoratori delle grandi catene, costretti a rinunciare alla pr
E il settimo giorno si riposò, ma mai di  domenica o nei festivi I centri...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati