8 Segni Nascosti Delle Persone Ipocrite: COME EVITARLE

(Milano)ore 14:10:00 del 05/03/2017 - Categoria: , Editoria, Sociale

8 Segni Nascosti Delle Persone Ipocrite: COME EVITARLE

LE PERSONE IPOCRITE SONO COME VELENO, PIÙ NE SEI A CONTATTO PIÙ DIMINUISCI LA QUALITÀ DELLA TUA VITA.  IMPARA A RICONOSCERE I SEGNALI CHE LE CARATTERIZZANO.

LE PERSONE IPOCRITE SONO COME VELENO, PIÙ NE SEI A CONTATTO PIÙ DIMINUISCI LA QUALITÀ DELLA TUA VITA.  IMPARA A RICONOSCERE I SEGNALI CHE LE CARATTERIZZANO.

Ci sono segnali di pericolo che ci aiutano a capire se la persona con cui abbiamo a che fare sia una potenziale ipocrita o meno! Saper allontanare le persone ipocrite è un fattore che può variare in base a molti aspetti personali, ma certamente possiamo tenere a mente dei concetti che possono aiutarci ad individuarle e gestire la relazione.

I segnali delle persone ipocrite sono:

1. Rispettano solo i potenti.

Le persone ipocrite amano prendere tutto il prendibile e sono sempre in azione in questo senso, specialmente  sul posto di lavoro. La stessa persona che sorride e si complimenta con il tuo capo e abbassa il naso difronte a molti colleghi o alla ditta di pulizie . Una persona sincera da rispetto a tutti  indipendentemente dalla loro posizione nella vita o da ciò che quella persona può fare per loro.

2. Criticano

Le persone ipocrite di solito sono insicure. Così, invece di complimentarsi con qualcuno che percepiscono sembra meglio di loro, si sentono minacciate e sminuite. Le persone sincere, d’altra parte, sono fiduciose di se stesse e prendono spunto dai successi altrui.

3. Non smettono di pettegolare

La ricerca mostra che le persone pettegole non sono generalmente soddisfatte di se stesse e  hanno alti  livelli di ansia. Per combattere questo, pettegolano per  sentirsi superiori, per sollevare se stessi trascinando gli altri verso il basso. Le persone sincere tendono semplicemente ad esprimere la propria opinione, senza malizia. Questo è perché hanno una sana autostima.

4. Aiutano le persone solo quando è redditizio per loro

Le persone ipocrite pensano sempre a se stesse, prima di tutto. Se pensano di poter beneficiare di una situazione, la prendono al volo, senza fare domande, aspettando il ricambio con gli interessi. Le  persone sincere aiutano gli altri perché lo  vogliono. Non si aspettano alcun genere di pagamento.

5. Cercano di raggiungere cose difficili per attirare l’attenzione

Se una persona ipocrita ha raggiunto qualcosa, farà in modo che tutto il mondo lo sappia. Questo perché gli ipocriti bramano l’attenzione da parte degli altri, a causa del fatto che essi non hanno imparato a coltivarla dentro se stessi. Sui social media sicuramente vi sarà capitato di vedere  sfilate di   vite “perfette”. D’altro canto le  persone sincere si preoccupano solo ciò che i  loro cari pensano. Non hanno bisogno di attenzione da chiunque altro.

6. Hanno bisogno di impressionare gli altri

Impressionare gli altri a volte è normale. Ma quando diventa un modo di vivere, hai a che fare con un ipocrita. Gli ipocriti sono così concentrati su ciò che tutti pensano di loro che perdono il contatto con ciò in cui credono e nelle cose di valore.

7. Sono tutte chiacchiere e niente fatti

Gli Ipocriti amano l’ over-talk . Sono pieni di parole eloquenti, ma in realtà, non hanno alcuna intenzione di seguire  le loro promesse. O forse lo hanno fatto, ma poi si sono resi conto che era inconveniente, così hanno deciso di abbandonare.  Una persona sincera invece, conosce il valore di una promessa. Si mette nei panni dell’altra persona e pone se stesso in secondo piano per aiutarla.

8. Amano vantarsi

Avete mai incontrato qualcuno e una delle prime cose che ha fatto è vantarsi? Tutto questo deriva da una persona con scarsa autostima, qualcuno che sta cercando di creare una falsa immagine di se stesso, semplicemente come un mezzo per impressionare. Per gli ipocriti, i loro successi non hanno alcun valore a meno che gli altri approvino.  Le persone sincere non vantano circa il loro successo. Essi non hanno bisogno dell’approvazione degli altri, perché hanno già la loro.

Insomma, non lasciare che la negatività di qualcuno faccia di te un pessimista, usa sempre razionalità, cuore e una piccola dose di sano egoismo nel relazionarsi con persone che hanno simili atteggiamenti.

Devi ricordare che sei tu il primo responsabile della tua felicità.

Da: QUI

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
Mettetevelo in testa: non vi ribellate? ALLORA NON AVETE DIRITTO DI LAMENTARVI!
Mettetevelo in testa: non vi ribellate? ALLORA NON AVETE DIRITTO DI LAMENTARVI!
(Milano)
-

In una democrazia, anche se “presunta”, è il popolo che si costruisce il suo destino semplicemente usando una matita alle urne.
In una democrazia, anche se “presunta”, è il popolo che si costruisce il suo...

Siamo sicuri che Papa Francesco e' cattolico?
Siamo sicuri che Papa Francesco e' cattolico?
(Milano)
-

Si è ormai introdotta una crepa nella chiesa italiana: a poco a poco e in modo sempre crescente appare la diversità, fino a essere una vera e propria opposizione, tra cattolici che vogliono ispirarsial Vangelo e cattolici “del campanile”, per i quali la p
Si è ormai introdotta una crepa nella chiesa italiana: a poco a poco e in modo...

Mezzo secolo fa media americani parlavano di MODIFICA DEL CLIMA: FOTO SHOCK
Mezzo secolo fa media americani parlavano di MODIFICA DEL CLIMA: FOTO SHOCK
(Milano)
-

Alcuni articoli di media americani scritti tra gli anni '50 ed '70 in cui si parla di attivita' di modifica del clima
Alcuni articoli di media americani scritti tra gli anni '50 ed '70 in cui si...

USA (e non Iran) Fonte VERO del terrorismo: scrittore americano shock
USA (e non Iran) Fonte VERO del terrorismo: scrittore americano shock
(Milano)
-

Si tratta di affermazioni forti che lo scrittore statunitense argomenta e con cui cerca di convincere esperti ed appassionati di politica internazionale.
GLI STATI UNITI SONO LA PIÙ GRANDE FONTE DI TERRORISMO AL MONDO, NON LA...

Anno 2040: popolazione controllata, schiava e senza diritti
Anno 2040: popolazione controllata, schiava e senza diritti
(Milano)
-

Governava a livello planetario una ristretta cerchia di personaggi, con a capo un comandante supremo che rispondeva al nome di Nigel Wilson Orwell.
CORREVA L'ANNO 2040, LA POPOLAZIONE MONDIALE AVEVA ORMAI SUPERATO I DIECI...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati