3 modi per evitare lo SPAM

(Perugia)ore 23:06:00 del 06/05/2018 - Categoria: , Guide, Internet

3 modi per evitare lo SPAM

Ma come dare l’addio, o per lo meno l’arrivederci, alle email indesiderate? Ecco tre buoni sistemi per proteggere le vostre caselle di posta dall’attacco degli spammer.

Sono le 8.45, siete già davanti al computer in ufficio o in metro dallo smartphone e state controllando la vostra casella di posta: attendete da giorni la risposta dell’azienda X dopo il colloquio più importante della vostra vita; aspettate che Lei, adesso dall’altro capo del mondo, si faccia sentire dopo mesi; sperate che sia arrivata l’email della zia con la ricetta per l’arrosto che dovrete cucinare stasera.

Invece, no.

Ci sono solo loro, le solite sedici email di spam che ogni mattina vi aspettano sorridenti in inbox, le sedici sopravvissute che non sono finite nella casella di posta indesiderata, il limbo purgatoriale dove sospese vegetano, non lette, le mail di avvenenti donne di Santo Domingo che chiedono soldi in prestito da Manchester o il Mr. Banks che vi propone il business della vostra vita in cambio di un accredito di mille dollari sul suo conto.

E se prima sembrava che lo spam provenisse principalmente dagli USA, negli ultimi anni con il diffondersi della banda larga il 44% dello spam mondiale, come ci dice Simon Grabowski, CEO di GetResponse, proviene proprio dal Vecchio Continente.

Ma come dare l’addio, o per lo meno l’arrivederci, alle email indesiderate? Ecco tre buoni sistemi per proteggere le vostre caselle di posta dall’attacco degli spammer.

Prima di darla conta fino a dieci

Il primo consiglio, il più semplice anche se forse meno scientificamente efficace, è quello di adottare uno stile di vita web il più sobrio possibile.

Non sbandierate ai quattro venti sul web la vostra email, non iscrivetevi, dando il consenso ai dati personali, su qualunque sito ve lo richieda, non inserite il vostro indirizzo su siti di annunci e di vendita.

Se le campagne di email marketing hanno un ROI elevato, si calcola che lo spam porti a chi lo pratica guadagni elevati nonostante un tasso di apertura inferiore allo 0,00001% (secondo uno studio del 2008).

Se avete un sito internet di vostra proprietà o un’attività commerciale e ritenete conveniente un indirizzo email oltre al form di contatto, preferite sempre la dicitura giovanni.rossi(at)pincopallino.com alla chiocciola.

Il web infatti è pieno di software in grado di catturare in maniera automatica gli indirizzi email e di creare liste per marketer senza scrupoli.

Indirizzi email usa e getta

Un’altra utile soluzione allo spamming è la creazione delle temporary email.

Esistono numerosi siti in grado di creare gratuitamente degli indirizzi email temporanei che possono essere utilizzati per effettuare delle registrazioni a dei servizi online sospetti, dai quali probabilmente scaturirebbe un bombardamento inarginabile di newsletter.

Le email temporanee sono delle caselle di posta elettronica a tutti gli effetti ma “a tempo determinato”.

La maggior parte dei siti nati per offrire questo servizio (AirMail, YopMail, 10minutemail, etc.) non richiede una vera e propria registrazione.

Spesso è sufficiente collegarsi alla homepage del sito e inserire nell’apposito form l’indirizzo desiderato per ottenere la propria casella di posta temporanea.

Liberarsi dalle newsletter in pochi click

Se invece il vostro problema, oltre a quello di arginare lo spam, è anche di mettere un po’ di sano ordine tra le newsletter “desiderate”, la soluzione ideale è sicuramente Unroll.me.

Servizio nato inizialmente per gmail, ma oggi funzionante con qualsiasi dominio, Unroll.me permette in pochi minuti di analizzare la vostra casella di posta fornendo l’elenco degli indirizzi da cui normalmente ricevete gli aggiornamenti.

A quel punto sarà possibile eliminare direttamente le iscrizioni indesiderate o inserirle in un daily roll up, un’unica email inviata da Unroll.me contenente gli aggiornamenti  che avete scelto di continuare a ricevere, pronti per essere consultati rapidamente.

Inoltre il daily roll up vi segnalerà ogni mattina le nuove sottoscrizioni (da voi realmente effettuate o meno) per darvi la possibilità di eliminarle o di mantenerle negli aggiornamenti quotidiani.

Da: QUI

Autore: Sasha

Notizie di oggi
BAVAGLIO AL WEB: ce l'hanno fatta, Legge in arrivo
BAVAGLIO AL WEB: ce l'hanno fatta, Legge in arrivo
(Perugia)
-

Bavaglio al web: alla fine ce l’hanno fatta. Il Parlamento Europeo ha dato il via libera alla proposta di direttiva sui diritti d’autore nel mercato unico digitale.
Bavaglio al web: alla fine ce l’hanno fatta. Il Parlamento Europeo ha dato il...

Bavaglio al web dall'Ue: vietato diffondere POST dei BLOG
Bavaglio al web dall'Ue: vietato diffondere POST dei BLOG
(Perugia)
-

Il 12 settembre il Parlamento Europeo ad ampia maggioranza ha approvato la legge sul copyright.
Il 12 settembre il Parlamento Europeo ad ampia maggioranza ha approvato la legge...

Cybersecurity: come avere un WIFI AZIENDALE SICURO
Cybersecurity: come avere un WIFI AZIENDALE SICURO
(Perugia)
-

La rete Wi-Fi è una delle strutture aziendali più sfruttate dai dipendenti, ma anche dai pirati che cercano un modo per arrivare ai dati conservati su computer e server
La rete Wi-Fi è una delle strutture aziendali più sfruttate dai dipendenti, ma...

Tor arriva su Android in versione alpha
Tor arriva su Android in versione alpha
(Perugia)
-

Il browser più popolare per navigare nel totale anonimato, Tor, è pronto per il Play Store.
Il browser più popolare per navigare nel totale anonimato, Tor, è pronto per il...

Watch, ecco la TV di Facebook!
Watch, ecco la TV di Facebook!
(Perugia)
-

Zuckerberg apre la piattaforma di video in streaming a tutto il mondo. Serie TV, documentari, sport: tutto gratuito
Dopo un anno di rodaggio negli Stati Uniti, la televisione di Facebook è ora...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati