10 oggetti TOSSICI impensabili di uso quotidiano

TORINO ore 18:38:00 del 07/03/2016 - Categoria: Salute - Salute

10 oggetti TOSSICI impensabili di uso quotidiano

Quando facciamo spese negli store che promettono prezzi stracciati o in quei discount dove si trova veramente di tutto, occorre prestare attenzione ai nostri acquisti, perché molto spesso si tratta di oggetti potenzialmente tossici e molto dannosi per la

Quando facciamo spese negli store che promettono prezzi stracciati o in quei discount dove si trova veramente di tutto, occorre prestare attenzione ai nostri acquisti, perché molto spesso si tratta di oggetti potenzialmente tossici e molto dannosi per la salute. Se non ci credete date un'occhiata.

A quanto pare il detto “chi più spende meno spende” alla lunga resta sempre uno dei più azzeccati.

Già, perché molto spesso gli acquisti che facciamo in certi store a basso costo o in discount che promettono risparmi inimmaginabili e che noi consideriamo “affaroni” non sono affatto tali; e non parliamo di abiti che dopo poco tempo cedono o si strappano o di scarpe a cui si stacca la suola dopo appena un paio di camminate, parliamo di  oggetti di tutti i giorni che riteniamo assolutamente innocui ma che, se comprati nei negozi sbagliati, possono rivelarsi assolutamente nocivi per la nostra salute.

Cosmopolitan ha stilato una vera e propria “lista nera” di 10 oggetti a basso costo che potrebbero mettere a repentaglio la nostra salute, basandosi su una ricerca di Momscleanairforce.org. Ovviamente non possiamo avere la certezza che tutti gli oggetti a basso costo possano contenere sostanze dannose, ma questo è ciò che emerso nella ricerca.

Non ci credete? Date un’occhiata all’elenco, e sbarazzatevi subito di questi oggetti, se li avete in casa!

1 Accessori elettronici

Ormai in ogni abitazione è naturale trovare dei cavi HDMI, degli USB e i caricabatterie dei nostri smartphone; ma se nelle grandi catene specializzate hanno un certo costo, un motivo ci dovrà pur essere. Questi accessori, infatti, acquistati in negozi a basso costo potrebbero presentare, se testati, tracce consistenti di clorina, segno evidente che sono stati prodotti con il PVC: quest’ultimo è un materiale ricavato dal cloruro di vinile, sostanza che, alla lunga, può causare il cancro a chi vi lavora e persino a chi vive vicino alle fabbriche di lavorazione… immaginate a chi tiene in casa oggetti che la contengono. Meglio spendere qualche euro in più e acquistarli negli appositi store!

2 Utensili per la cucina di plastica

Mestoli e schiumarole di plastica acquistate nei discount che vendono un po’ di tutto potrebbero contenere alti livelli di bromo, componente del ritardante di fiamma bromurato (BFR), che serve naturalmente a rendere questi oggetti immuni al fuoco; anche se resistenti alle fiamme, questi utensili potrebbero essere legati al cancro, a difetti della crescita e ad uno sviluppo ridotto delle capacità cerebrali. Tanto che negli USA sono già stati banditi da un pezzo.

Vale davvero la pena mettere a repentaglio la vostra vita e quella della vostra famiglia per non rovinare la vostra padella preferita graffiandola con mestoli in acciaio? Noi pensiamo di no.

3 Tovaglie dal dorso di flanella

Queste tovaglie riutilizzabili sembrano davvero un’ottima (ed economica) idea per proteggere la nostra tavola da graffi e sporco. Ma test recenti hanno rilevato, ahimè, la presenza di piombo, sostanza che potrebbe danneggiare soprattutto bambini e nascituri, andando ad influire addirittura sul loro QI o portando a problemi comportamentali. Da evitare anche l’alternativa in vinile, che contiene dosi di cloruro di vinile causa di cancro.

Meglio optare per la classica tovaglia in cotone, riusabile e lavabile, o per quelle monouso in carta o plastica.

4 Decorazioni di Natale

Efficacissima l’idea di conservare gli oggetti anno dopo anno, dato che non serve spendere cifre spropositate per decorare al meglio la propria casa per le festività natalizie; ma è meglio diffidare dagli oggetti che costano davvero troppo poco, perché potrebbero essere fatti con plastica riciclata in cui è stato usato il BFR, e quindi potrebbero essere presenti tracce di bromo. Non soltanto potrebbero filtrare tutta la polvere di casa favorendo le allergie, ma anche causare problemi alla tiroide o indebolimento della memoria. Se le palline da appendere all’albero sono più sicure, dato che la loro consistenza traslucida scongiura la presenza di quel pericoloso componente dei materiali riciclati, più a rischio sono le ghirlande.

Ma perché non eliminare definitivamente il problema, creando da sole delle fantastiche e originali decorazioni?

5 Cannucce divertenti

Ebbene si, anche quelle stupide cannucce colorate che compriamo pensando di fare colpo e risultare divertenti con i nostri amici sono potenzialmente molto pericolose: recenti test hanno infatti scoperto la presenza di ftalato, purtroppo usato in diversi oggetti, soprattutto quelli fatti di plastica così malleabile.

Questa sostanza può interferire con il sistema endocrino del corpo, intervenendo anche sullo sviluppo di asma e allergie; tuttavia, studi scientifici hanno dimostrato come essa possa essere responsabile anche di patologie ben più gravi, come tumori alla prostata e ai testicoli e diabete di tipo 2. Sei tipi di ftalato diversi sono stati banditi dai prodotti per bambini, ma le cannucce tecnicamente non rientrano in questa categoria, ecco perché sono ancora in commercio.

6 Tappetini da bagno plastificati

Anche i tappetini da bagno plastificati e adesivi si aggiungono alla lunga ( purtroppo) schiera di prodotti che contengono ftalati e clorina; persino Jeff Gearhart, direttore di ricerca dell‘Healthy Stuff, si dichiara sorpreso della gran quantità di oggetti che contengono ftalato, una sostanza che, a lungo andare, può compromettere diverse parti del nostro corpo. E raccomanda vivamente di evitare con cura tutti quei prodotti che riportano la dicitura “vinile” sull’etichetta.

7 Lucine di Natale

Quando decidiamo di abbellire il nostro albero di Natale con queste lucine colorate assicuriamoci che siano assolutamente RoHS (Restriction of Hazardous Substances), ovvero a prova di sostanze tossiche; quelle più economiche possono infatti essere composte da bromo e clorina, perciò da ritardanti di fiamma e PVC, e avere effetti negativi sulla tiroide, ma anche conseguenze più negative, legate al cancro.

8 Bigiotteria per bambini

Tutto quello che riguarda i bambini dovrebbe essere iper-controllato e sicuro. Va bene far indossare anellini e braccialetti simpatici alle nostre piccole donne, ma accertiamoci approfonditamente dei materiali con cui sono fatti prima di acquistarli.

Non tutti i gioielli di bigiotteria sono infatti sicuri: test effettuati recentemente hanno rilevato tracce di piombo in alcuni orecchini, presente in dosi ben superiore a quelle consentite dagli standard della Commissione Consumer Product Safety. Il piombo potrebbe filtrare dai gioielli se succhiati o graffiati, e ingerire spesso piccole dosi di questa sostanza può, nel tempo, portare a ritardi nello sviluppo del cervello. Dato che molto spesso questi oggetti non vengono affatto controllati dal punto di vista della presenza di sostanze tossiche, meglio evitarli del tutto.

9 Perline metalliche

Le collane fatte di perline colorate sono senz’altro molto divertenti e spiritose, eppure con loro non c’è affatto da scherzare: molto spesso infatti sono composte da massicce quantità di bromo, BFR e piombo. Decisamente meglio virare su qualcos’altro per risultare simpatiche e fashion!

10 Adesivi per vetri e stickers da muro

Se decidete di colorare la camera dei vostri figli per renderla più allegra e a misura di bambino, optate per un bell’acquerello o qualche quadro simpatico, ma evitate decisamente adesivi da mettere alle pareti o alle finestre; questi ultimi contengono notevoli quantità di PVC, che l’American Public Health Association ha annoverato fra le sostanze più tossiche in circolazione. Per questo, è importantissimo rimuovere tutti gli stickers che presentano questo materiale da scuole, case e tutti quei luoghi frequentati dai bambini.

Siete rimaste sorprese dal ritrovare alcuni di questi oggetti nella nostra lista? Beh, non è troppo tardi per rimediare, liberandosi subito di quelli che avete nelle vostre abitazioni, e per far tesoro di questi preziosi suggerimenti in vista dei vostri prossimi acquisti!

Autore: Carla

Notizie di oggi


-


Dieta equilibrata? L'industria alimentare, negli ultimi decenni, ha investito...

Dieta Plank per perdere 10kg in fretta
Dieta Plank per perdere 10kg in fretta

-

La dieta Plank (o Planck) è una strategia di dimagrimento repentino ed iperproteico che prende il nome da Marx Planck.
La dieta Plank (o Planck) è una strategia di dimagrimento repentino ed...

Dieta della pasta per perdere 4kg in 7 giorni
Dieta della pasta per perdere 4kg in 7 giorni

-

Dieta. Sembra uno scherzo, eppure si può perdere peso e restare in forma mangiando la pasta. Spesso si dice che per perdere peso bisogna eliminare, ma essi rappresentano il 40 % del nostro fabbisogno energetico giornaliero.
Dieta. Sembra uno scherzo, eppure si può perdere peso e restare in forma...

Ammollo di Legumi e Cereali: tutti i segreti e a cosa serve
Ammollo di Legumi e Cereali: tutti i segreti e a cosa serve

-

Errate tecniche di preparazione e cottura dei cereali integrali e legumi sono alla base di molte affermazioni del tipo “A me i cereali integrali non piacciono” o “Io non li digerisco” o “Sono troppo duri da masticare”.
Errate tecniche di preparazione e cottura dei cereali integrali e legumi sono...

Diete lampo per perdere tanti Kg in poco tempo
Diete lampo per perdere tanti Kg in poco tempo

-

A parte rarissime eccezioni, a nessuno piace stare a dieta: per questo motivo, ogni volta che c’è necessità di perdere peso e si incappa in regimi alimentari che promettono grandi risultati in pochissimo tempo, la speranza si accende.
A parte rarissime eccezioni, a nessuno piace stare a dieta: per questo...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati