(Napoli)ore 20:20:00 del 08/11/2018 - Categoria: , Curiosità, Scienze

Mucche che si cibano solo di droghe, capre che perdono i denti a furia di raschiare dalle rocce licheni psicoattivi, scimmie che si mettono in bocca grossi millepiedi per ottenere un effetto esilarante simile al popper, uccelli che si danno a enormi sbornie collettive, gatti che assumono afrodisiaci vegetali prima di copulare, fiori che ricompensano i loro insetti impollinatori con delle droghe invece che col solito nettare. 

La credenza che lo "sporco" comportamento di drogarsi sia specifico della specie umana è oramai solamente una delle tante favole inventate dall'antropocentrismo di cui è afflitta la cultura occidentale. 

Gli animali si curano. Gli animali si drogano. 
Gli animali hanno comportamenti sessuali privi di fini procreativi, inclusa l'omosessualità. Gli animali hanno una coscienza. 

Tutte affermazioni ormai supportate da un'ampia mole di dati scientifici, ma che restano inammissibili secondo i rigidi principi del behaviorismo e del darwinismo ortodosso. 
In questo libro l'autore espone i dati dell'uso di droghe nel mondo animale, e si cimenta in una dissertazione sulle motivazioni che spingono animali e uomini a drogarsi, avvalendosi anche dei nuovi paradigma scientifici quali l'Esuberanza Biologica, la Teoria del Caos, il post-Darwinismo, la Non-Località quantistica, aprendo la strada a nuove "teorie della droga", ritenute dallo stesso autore "magnificamente inaccettabili" e proprio per questo "coerentemente proponibili".

Gatti erotomani, capre caffeinomani, renne micofile, uccelli ebbri e formiche folli. Chi avrebbe mai immaginato tutto ciò? Eppure gli studi di etologia sono chiarissimi: non solo gli animali più evoluti, ma persino gli insetti vanno alla ricerca di sostanze in grado di modificare il proprio comportamento.
Così, l’etnobotanico Giorgio Samorini, ha pensato di riunire in un libro molti di questi casi di animali drogati: mucche, elefanti, gatti, renne, capre, uccelli, mosche, insetti ed altri ancora. 



Ecco per voi alcune righe estratte dal libro di Samorini:

La droga fa male, la droga è vizio, la droga è
sintomo di un disagio e di una sofferenza individuale
e sociale. Tali giudizi portano al luogo
comune, spesso sottinteso, che l'uso della droga
è un comportamento aberrante umano, peculiare
della specie umana.

A contraddire questo paradigma del pensie-
ro occidentale moderno c'è un insieme di dati,
sempre più cospicuo e incontestabile, ma che
continua ad essere sottovalutato, che dimostra
che il comportamento di drogarsi è diffuso anche
nel mondo animale. 
Ciò che poteva sembrare inizialmente un'eccezione,
appare ora una regola comportamentale
diffusa a tutti i livelli del mondo animale, dai
mammiferi agli uccelli, agli insetti, e l'interpre-
tazione\ questocomportamentocomeun pa~
ti colare «sintomo di malessere» non è più accettabile.
Si dovrà invece sospettare che nel comportamento
animale - e quindi umano - di assumere
droghe v'è una qualche componente
naturale; in altre parole, la droga svolge negli
animali una qualche funzione naturale non ancora

compresa.

Che tipo di droghe usano gli animali? 

Standoa quel poco che per ora conosciamo, si tratta
essenzialmente di droghe vegetali: semi, nettare
di fiori, foglie, radici, frutti fermentati, licheni,
funghi, eccetera.

Nella maggior parte dei casi, le droghe vegetali
che hanno un effetto inebriante sull'uomo
sono inebrianti anche per gli animali; ma fra le
droghe che gli animali usano intenzionalmente,
diverse non sono utilizzate dall'uomo come
tali, o sono per quest'ultimo tossiche, oppure il
loro effetto sull'uomo non ci è noto.

Le proprietà inebrianti di numerose droghe
vegetali - caffè, tè, khat, iboga, agarico muscario,
eccetera - sono state scoperte dall'uomo proprio
dall'osservazione del loro uso come droghe da
parte degli animali.

Che le droghe che hanno effetto sull'uomo lo
abbiano anche fra gli animali lo dimostra quel
folto insieme di esperimenti nei quali queste
droghe sono state somministrate alle più disparate
specie animali. Persino gli animali inferiori

subiscono gli effetti delle droghe

Da: QUI

Autore: Luca

Notizie di oggi
ARTE Egitto, cosi' a Torino rivive l'antica civilta' dei Faraoni
ARTE Egitto, cosi' a Torino rivive l'antica civilta' dei Faraoni
(Napoli)
-

Si trova a Torino il più grande museo della civiltà egizia, secondo soltanto a quello del Cairo.
Sarcofagi, mummie, papiri e preziosi amuleti. Con i suoi oltre 37mila pezzi, che...

GUERRE GENITORIALI: gli effetti devastanti sulla mente dei figli
GUERRE GENITORIALI: gli effetti devastanti sulla mente dei figli
(Napoli)
-

Litigare davanti ai figli: gli effetti sullo sviluppo infantile e la personalità adulta.
Liti e contro-liti capitano più spesso di quanto possiamo immaginare durante...

Rinvii la sveglia ogni mattina? Sei piu' intelligente! Lo dice la Scienza
Rinvii la sveglia ogni mattina? Sei piu' intelligente! Lo dice la Scienza
(Napoli)
-

Quante volte vi è capitato di essere nel bel mezzo di un sogno e sentire quell’odiosa suoneria della sveglia che vi ribalta improvvisamente nella realtà?
Quante volte vi è capitato di essere nel bel mezzo di un sogno e sentire...

Professor Aiuti muore dalle scale: ecco cosa affermava sui vaccini
Professor Aiuti muore dalle scale: ecco cosa affermava sui vaccini
(Napoli)
-

È deceduto oggi al policlinico Gemelli a Roma il professor Fernando Aiuti immunologo di fama internazionale fondatore dell’associazione Anlaids.
È deceduto oggi al policlinico Gemelli a Roma il professor Fernando Aiuti...

Ortica verde: la pianta dell'eterna giovinezza
Ortica verde: la pianta dell'eterna giovinezza
(Napoli)
-

Molte persone,soprattutto donne combattono contro i segni dell’invecchiamento. L’elisir dell’ eterna giovinezza è in una pianta molto comune:l’ ortica verde.
Nella vita possiamo combattere contro qualsiasi cosa, ma non contro il tempo,...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati