(Torino)ore 18:16:00 del 26/09/2017 - Categoria: , Calcio, Editoria

Se un attaccante segna due gol nelle prime quattro partite di campionato è difficile parlare di "crisi". Se quell’attaccante è Gonzalo Higuaín e se aggiungiamo le prestazioni tutt’altro che esaltanti contro la Lazio in finale di Supercoppa e al Camp Nou, contro il Barcellona di Messi, in Champions League, allora le cose cambiano. Lo scorso anno fu l’acquisto più costoso nella storia del calcio italiano e segnò proprio contro la Fiorentina il suo primo gol in maglia bianconera. Era il suo esordio e la rete del 2-1 (appena dieci minuti dopo l’ingresso in campo) fu la prima delle 25 totali che portarono la Juve allo scudetto. La sua prima stagione a Torino, partì in maniera piuttosto positiva: furono tre le reti nelle prime quattro, una solo in più rispetto a quest’anno in cui però è apparso decisamente più nervoso e meno coinvolto.

A Higuain (e ai suoi gol) mancano cinque elementi: 

1) gli assist di Dybala, che giustamente sfrutta il personale stato di grazia cercando la conclusione ogni volta che si trova in possesso della palla; 

2) il gioco a due con Dani Alves, il compagno con il quale Gonzalo si trovava meglio in campo nella scorsa stagione (i due gol con il Monaco, ad esempio). "Ciao genio, è stato un piacere giocare con te", scrisse Higuain in estate, salutando il brasiliano; 

3) i lanci di Bonucci e la sua capacità di mettere la palla sui piedi del centravanti da 40/50 metri di distanza; 

4) gli assist di Pjanic, che gioca più lontano dalla porta rispetto alla scorsa stagione (il passagggio-gol contro il Chievo per ora è un'eccezione); 

5) il mancato apporto, fino a questo momento, di Douglas Costa, acquistato appositamente per fornire assist alle punte: "Higuain segnerà 40 gol con i miei assist? E' un attaccante che mi piace tanto e spero di fargliene tanti", dichiarò il brasiliano nel giorno della sua presentazione in bianconero. Il numero 9 sta ancora aspettando.

Higuain è sovrappeso. Higuain non si muove. Higuain è arrabbiato. Higuain quando le cose vanno male si deprime

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Cosa rischia Cristiano Ronaldo
Cosa rischia Cristiano Ronaldo
(Torino)
-

Cristiano Ronaldo e il presunto stupro: le differenze giudiziarie fra Italia e Usa.
 Cristiano Ronaldo e il presunto stupro: le differenze giudiziarie fra Italia e...

Cristiano Ronaldo: il caso stupro si affaccia sui giornali italiani
Cristiano Ronaldo: il caso stupro si affaccia sui giornali italiani
(Torino)
-

Repubblica, Corsera e Stampa puntano sulla fuga degli sponsor. La Gazzetta mette due righe in fondo all’articolo. In prima pagina sul Times e l’Independent
Niente in prima pagina, ma qualcosa si muove Con un po’ di fatica l’inchiesta...

Elogio ad Ancelotti: dal 2006 Liverpool per la prima volta senza TIRI IN PORTA
Elogio ad Ancelotti: dal 2006 Liverpool per la prima volta senza TIRI IN PORTA
(Torino)
-

Dopo quella del Guardian, ecco un’altra lettura di Napoli-Liverpool da parte dei giornali inglesi.
Dopo quella del Guardian, ecco un’altra lettura di Napoli-Liverpool da parte dei...

CASO NDRANGHETA nella rottura tra AGNELLI e MAROTTA
CASO NDRANGHETA nella rottura tra AGNELLI e MAROTTA
(Torino)
-

La Verità ricorda che Marotta non fu mai sfiorato dall’inchiesta. Report svelerà che fu lui a far avere al figlio di un boss i biglietti di Juventus-Real Madrid
Report ha cominciato a pubblicizzare la puntata sui rapporti tra la Juventus e...

Curva Juve razzista? Nessuna pena. COME SEMPRE
Curva Juve razzista? Nessuna pena. COME SEMPRE
(Torino)
-

In Europa il razzismo è un’onta. Il Chelsea espulse a vita tre suoi tifosi. Da noi Allegri dice di non aver sentito i cori e la Juve aggirò la squalifica in maniera subdola
“Cori insultanti di matrice territoriale” “Cori insultanti di matrice...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati