(Torino)ore 18:16:00 del 26/09/2017 - Categoria: , Calcio, Editoria

Se un attaccante segna due gol nelle prime quattro partite di campionato è difficile parlare di "crisi". Se quell’attaccante è Gonzalo Higuaín e se aggiungiamo le prestazioni tutt’altro che esaltanti contro la Lazio in finale di Supercoppa e al Camp Nou, contro il Barcellona di Messi, in Champions League, allora le cose cambiano. Lo scorso anno fu l’acquisto più costoso nella storia del calcio italiano e segnò proprio contro la Fiorentina il suo primo gol in maglia bianconera. Era il suo esordio e la rete del 2-1 (appena dieci minuti dopo l’ingresso in campo) fu la prima delle 25 totali che portarono la Juve allo scudetto. La sua prima stagione a Torino, partì in maniera piuttosto positiva: furono tre le reti nelle prime quattro, una solo in più rispetto a quest’anno in cui però è apparso decisamente più nervoso e meno coinvolto.

A Higuain (e ai suoi gol) mancano cinque elementi: 

1) gli assist di Dybala, che giustamente sfrutta il personale stato di grazia cercando la conclusione ogni volta che si trova in possesso della palla; 

2) il gioco a due con Dani Alves, il compagno con il quale Gonzalo si trovava meglio in campo nella scorsa stagione (i due gol con il Monaco, ad esempio). "Ciao genio, è stato un piacere giocare con te", scrisse Higuain in estate, salutando il brasiliano; 

3) i lanci di Bonucci e la sua capacità di mettere la palla sui piedi del centravanti da 40/50 metri di distanza; 

4) gli assist di Pjanic, che gioca più lontano dalla porta rispetto alla scorsa stagione (il passagggio-gol contro il Chievo per ora è un'eccezione); 

5) il mancato apporto, fino a questo momento, di Douglas Costa, acquistato appositamente per fornire assist alle punte: "Higuain segnerà 40 gol con i miei assist? E' un attaccante che mi piace tanto e spero di fargliene tanti", dichiarò il brasiliano nel giorno della sua presentazione in bianconero. Il numero 9 sta ancora aspettando.

Higuain è sovrappeso. Higuain non si muove. Higuain è arrabbiato. Higuain quando le cose vanno male si deprime

Autore: Gerardo

Notizie di oggi
Argentina e Israele...motivi di sicurezza? Ecco la VERITA' URLATA DA MESSI
Argentina e Israele...motivi di sicurezza? Ecco la VERITA' URLATA DA MESSI
(Torino)
-

Beirut – L’amichevole fra Israele e Argentina, prevista per sabato a Gerusalemme, è stata annullata.
Gerusalemme, salta il match con l’Argentina. Messi: «Non gioco contro chi uccide...

In ricordo di Bob Kennedy, un Presidente VERO
In ricordo di Bob Kennedy, un Presidente VERO
(Torino)
-

Esattamente 50 anni fa, nella notte tra il 5 e il 6 giugno del 1968, veniva ammazzato Robert Kennedy. Con lui si spegneva una stagione politica americana fatta di lotta per i diritti, per un mondo più inclusivo ed egualitario.
Esattamente 50 anni fa, nella notte tra il 5 e il 6 giugno del 1968, veniva...

Caro Sarri...sono i soldi a fare le rivoluzioni
Caro Sarri...sono i soldi a fare le rivoluzioni
(Torino)
-

Chissà in quanti si sarebbero sganasciati dalle risate se, due settimane fa, avessero ascoltato qualcuno dire: finisce che il Napoli ingaggia Ancelotti, il Chelsea appende Sarri e l’allenatore toscano resta fermo perché sotto contratto il Napoli.
Chissà in quanti si sarebbero sganasciati dalle risate se, due settimane fa,...

Tributo a Maurizio Sarri: rivoluzionario vero e grande innovatore
Tributo a Maurizio Sarri: rivoluzionario vero e grande innovatore
(Torino)
-

Finisce il rapporto tra Sarri e il Napoli, dopo tre campionati in crescita costante. Un lavoro tecnico moderno e di grande impatto ha permesso al club di raggiungere traguardi importanti.
L’arrivo di Ancelotti al Napoli certifica la fine del triennio di Maurizio...

JUVENTUS DIFFIDATA! 36 scudetti? PUBBLICITA' INGANNEVOLE!
JUVENTUS DIFFIDATA! 36 scudetti? PUBBLICITA' INGANNEVOLE!
(Torino)
-

La Juventus sostiene di aver vinto 36 scudetti ma secondo l’avvocato napoletano Angelo Pisani si tratta di “pubblicità ingannevole”.
La Juventus sostiene di aver vinto 36 scudetti ma secondo l’avvocato napoletano...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati