(Torino)ore 18:16:00 del 26/09/2017 - Categoria: , Calcio, Editoria

Se un attaccante segna due gol nelle prime quattro partite di campionato è difficile parlare di "crisi". Se quell’attaccante è Gonzalo Higuaín e se aggiungiamo le prestazioni tutt’altro che esaltanti contro la Lazio in finale di Supercoppa e al Camp Nou, contro il Barcellona di Messi, in Champions League, allora le cose cambiano. Lo scorso anno fu l’acquisto più costoso nella storia del calcio italiano e segnò proprio contro la Fiorentina il suo primo gol in maglia bianconera. Era il suo esordio e la rete del 2-1 (appena dieci minuti dopo l’ingresso in campo) fu la prima delle 25 totali che portarono la Juve allo scudetto. La sua prima stagione a Torino, partì in maniera piuttosto positiva: furono tre le reti nelle prime quattro, una solo in più rispetto a quest’anno in cui però è apparso decisamente più nervoso e meno coinvolto.

A Higuain (e ai suoi gol) mancano cinque elementi: 

1) gli assist di Dybala, che giustamente sfrutta il personale stato di grazia cercando la conclusione ogni volta che si trova in possesso della palla; 

2) il gioco a due con Dani Alves, il compagno con il quale Gonzalo si trovava meglio in campo nella scorsa stagione (i due gol con il Monaco, ad esempio). "Ciao genio, è stato un piacere giocare con te", scrisse Higuain in estate, salutando il brasiliano; 

3) i lanci di Bonucci e la sua capacità di mettere la palla sui piedi del centravanti da 40/50 metri di distanza; 

4) gli assist di Pjanic, che gioca più lontano dalla porta rispetto alla scorsa stagione (il passagggio-gol contro il Chievo per ora è un'eccezione); 

5) il mancato apporto, fino a questo momento, di Douglas Costa, acquistato appositamente per fornire assist alle punte: "Higuain segnerà 40 gol con i miei assist? E' un attaccante che mi piace tanto e spero di fargliene tanti", dichiarò il brasiliano nel giorno della sua presentazione in bianconero. Il numero 9 sta ancora aspettando.

Higuain è sovrappeso. Higuain non si muove. Higuain è arrabbiato. Higuain quando le cose vanno male si deprime

Autore: Gerardo

Notizie di oggi

(Torino)
-


Come sono lontani i tempi in cui tutto il mondo si emozionò dinanzi alla foto...

Riprendiamoci l'ITALIANO: siamo INVASI da termini e modi di dire inglesi
Riprendiamoci l'ITALIANO: siamo INVASI da termini e modi di dire inglesi
(Torino)
-

La cultura – ce l’ha insegnato Gramsci – è sempre il luogo dell’acquisizione della consapevolezza del conflitto e del proprio posizionamento in esso.
Il greco e il latino sarebbero “lingue morte”? Secondo la vulgata corrente, sì....

Napoli Juventus non sara' MAI una semplice partita di PALLONE!
Napoli Juventus non sara' MAI una semplice partita di PALLONE!
(Torino)
-

Tu nun si’ cchiù Pulecenella, facive ridere e pazzià’. Mo t’arragge e pienze a’ guerra e nce parle ‘e libertà!
Nord contro Sud. Ricchi contro poveri. Industriali contro operai. I Savoia...

QUALITA' DELLA VITA: PRIMA TRENTO, ROMA RINASCE GRAZIE ALLA GIUNTA RAGGI
QUALITA' DELLA VITA: PRIMA TRENTO, ROMA RINASCE GRAZIE ALLA GIUNTA RAGGI
(Torino)
-

Bolzano, Trento, Belluno. È questo il podio delle migliori province per qualità della vita nella classifica di ItaliaOggi
Bolzano, Trento, Belluno. È questo il podio delle migliori province per qualità...

La Scuola non educa...INCULCA!
La Scuola non educa...INCULCA!
(Torino)
-

La scuola così come è, non serve a nulla. Anzi ci sta rendendo sempre più poveri ed ignoranti.
LA SCUOLA DI STATO NON EDUCA ED INOLTRE LIMITA LE PARITARIE Leone XIII, nel...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati