(Torino)ore 15:35:00 del 01/09/2017 - Categoria: , Denunce, Salute

Attualmente, il fatturato mondiale delle industrie farmaceutiche supera i 1.100 miliardi di dollari ed è in crescita costante, tanto da portare le previsioni del mercato a pensarlo pari a 1,3 trilioni entro il 2020, con un tasso di crescita annuale del 4,9%, sicuramente sostenuto dalla tendenza all’invecchiamento della popolazione e dal costante aumentare della spesa dei governi, nei paesi avanzati soprattutto, ma sempre più anche in quelli emergenti, dove i tassi relativi di spesa pro capite, ancora contenuti, vengono compensati dal numero rilevante di persone che chiedono e chiederanno sempre più in futuro, pillole della salute.

In Italia è l’unico comparto che attualmente fattura più di quanto facesse prima della crisi. Parliamo infatti di circa 30 miliardi nel 2016 con una prospettiva di aumento nell’anno attuale del 2%. Parliamo di 200 aziende con un dato occupazionale che interessa almeno 64mila dipendenti e una percentuale di laureati superiore a qualsiasi altro comparto produttivo. Un ottimo dato è quello dell’export di prodotti farmaceutici, che ha raggiunto la percentuale del 73%, ponendoci al secondo posto in Europadietro alla sola Germania.

Un altro comparto di produzione, con attività commerciali particolarmente aggressive, è quello dei farmaci generici. Sono questi prodotti che copiano altri farmaci, replicando il principio attivo in esso contenuto. Per questa categoria di farmaci, il prezzo rappresenta lo strumento principale di competizione.

Parliamo poi della produzione di farmaci biologici, che includono i vaccini e il biotech, le terapie proteiche, il sangue e le componenti del sangue, i tessuti, e altro ancora. A differenza dei farmaci costruiti tramite la chimica, quelli derivati da esseri biologici sono molto più complicati da trattare, quindi più costosi, ma a volte anche i più efficaci. Uno per tutti è il filone di ricerca dedicato alla cura del cancro, costoso ma foriero di ottimi risultati.

Ancora, parliamo della produzione di principi attivi e eccipienti, che sono i componenti basici dei farmaci. Questo mercato è quello a più alta internazionalizzazione. Spesso infatti questi prodotti provengono da industrie localizzate in nazioni a più basso costo del lavoro, con la crescita di colossi produttivi anche in aree meno dedicate alla ricerca scientifica avanzata. Diverse componenti low cost, ad esempio gli eccipienti, vengono prodotte in India e Cina e quindi esportate negli Usa, mentre produzioni più sofisticate sono state massicciamente dislocate in Irlanda e Singapore.

Ultimo settore che citiamo è quello dei farmaci Over the counter, Otc, quelli definiti farmaci da banco, cioè senza prescrizione medica. Ed è qui che si concentra una fetta rilevante del business del settore. Solo per dare un’idea, negli Usa esistono centomila farmaci da banco.

Il fatto

Autore: Gregorio

Notizie di oggi
RIP sovranita' alimentare: Juncker autorizza gli Ogm nella UE
RIP sovranita' alimentare: Juncker autorizza gli Ogm nella UE
(Torino)
-

Il grosso vantaggio dell’Ue per le lobby finanziarie e industriali è che è molto più facile influenzare un potere centrale che i singoli governi dei 28 paesi membri.
JUNCKER (PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA) AUTORIZZA BEN 19 TIPOLOGIE DI ...

Insegnanti TRUFFATI da Renzi: devono RESTITUIRE gli 80 Euro!
Insegnanti TRUFFATI da Renzi: devono RESTITUIRE gli 80 Euro!
(Torino)
-

È il testo ironico, ma amarissimo, di una lettera aperta del professor Fabio Macchi pubblicata sul sito Orizzonte scuola
«A poche settimane dal voto voglio ringraziare pubblicamente Renzi e il Pd per...

Bollette della luce: ecco la cifra che dovremo PAGARE PER GLI UTENTI MOROSI
Bollette della luce: ecco la cifra che dovremo PAGARE PER GLI UTENTI MOROSI
(Torino)
-

L’AEGSI HA EMESSO UNA DELIBERA CHE PREVEDE IL RECUPERO DELLE MOROSITÀ DERIVATE DALLE BOLLETTE DELLA LUCE NONO PAGATE, A CARICO DI TUTTA LA COLLETTIVITÀ.
L’AEGSI HA EMESSO UNA DELIBERA CHE PREVEDE IL RECUPERO DELLE MOROSITÀ DERIVATE...

Italia in declino da 25 anni: le PRIVATIZZAZIONI hanno ucciso il Paese
Italia in declino da 25 anni: le PRIVATIZZAZIONI hanno ucciso il Paese
(Torino)
-

E’ opinione diffusa tra gli accoliti della sinistra italiana che i mali economici del Belpaese siano stati in larga misura acuiti e creati dai governi presieduti da Silvio Berlusconi.
E’ opinione diffusa tra gli accoliti della sinistra italiana che i mali...

In pensione con soli 5 anni di contributi? TUTTO PERMESSO...MA AGLI IMMIGRATI!
In pensione con soli 5 anni di contributi? TUTTO PERMESSO...MA AGLI IMMIGRATI!
(Torino)
-

Se non versano contributi per almeno 20 anni, i lavoratori italiani perdono tutto il tesoretto versato. “Gli immigrati (invece) prendono la pensione anche con cinque anni di contributi”.
Se non versano contributi per almeno 20 anni, i lavoratori italiani perdono...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati