(Firenze)ore 15:33:00 del 09/08/2017 - Categoria: , Denunce, Editoria, Sociale

Perfino un ateo come Odifreddi, in una recente intervista, ha dichiarato: "Ratzinger aveva una profondità di pensiero. La statura intellettuale di Papa Francesco lascia perplessi. Quando parla, ci cadono le braccia. La misericordia, il vogliamoci bene, l'amore: sono cose talmente banali…..

Un Papa marxista (forse - segretamente - addirittura comunista), terzomondista, ecologista radicale. Apparentemente anche filoslamico. Poteva capitarci di peggio in una fase storica di espasione dell'islam, che rischia di sommergerci fisicamente e distruggere, insieme al cristianesimo, la nostra stessa civiltà occidentale?

E non siamo i soli che la pensiamo cosi: “Il Dio cattolico esiste e si chiama Santissima Trinità: Padre, Figlio e Spirito Santo. Bergoglio indubbiamente non è cattolico, in quanto non crede che Gesù Cristo sia vero Dio e vero Uomo, il SOLO Salvatore dell'umanità. Bergoglio propaganda il sincretismo: tutte le religioni sono buone per salvarsi!!! rinnegando così Gesù Cristo, il Figlio di Dio, fattosi uomo, morto in croce per la salvezza degli uomini. Tutti i cristiani dovrebbero pregare per la salvezza dell'anima di Bergoglio, perché è in gravissimo pericolo!!!”, leggiamo in rete.

Tutto scorre in un delicato rapporto tra dottrina e pastorale, nel suo esemplare magistero Giovanni Paolo II fece sempre attenzione a che l’una non prendesse il sopravvento sull’altra. «La questione della verità e del vero bene», scrive Valli, «richiama necessariamente quella della legge e dell’autorità, ma su questo fronte Francesco non insiste. Possiamo anzi dire che da parte sua c’è reticenza che dà luogo a uno squilibrio sia concettuale sia narrativo».

Il fulcro dell’insegnamento di Bergoglio si sostanzia in un concetto ricorrente, quello della misericordia. Parola evocata spesso nei suoi messaggi. Secondo il cardinale Walter Kasper, il maggior teorico del concetto di Misericordia, a cui lo stesso Francesco sostiene di essersi ispirato, essa non può prescindere dalla giustizia con la quale non può non essere coordinata. La linea del Pontefice appare esplicitata in Amoris laetitia soprattutto laddove si affronta una visione metodologica: non giudicare secondo principi generali ma caso per caso. E soprattutto nell’appello ad abbandonare la volontà di giudicare gli altri, un approccio tipico del gesuita che guarda al discernimento.

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Aquarius: piu' del 75% degli italiani sta con Salvini
Aquarius: piu' del 75% degli italiani sta con Salvini
(Firenze)
-

Aquarius: in 24 ore di (non) azione si è ottenuto più che in 24 mesi di prediche
Appare chiaro che la vicenda delle ONG al servizio del trasporto immigrati sta...


(Firenze)
-


Nel dibattito pubblico si possono constatare degli assunti da tutti asseriti...

Nel SILENZIO generale, i MANAGER DI STATO SI AUMENTANO LO STIPENDIO
Nel SILENZIO generale, i MANAGER DI STATO SI AUMENTANO LO STIPENDIO
(Firenze)
-

Zitti zitti i presidenti delle società pubbliche quotate hanno approfittato del mancato rinnovo di una raccomandazione del Tesoro per aumentarsi lo stipendio. Grieco (Enel) più 173 per cento. Marcegaglia (Eni) più 110. De Gennaro (Leonardo) più 106. Farin
E ora la palla passa al neo-ministro dell’Economia. Cosa dirà Giovanni Tria...

IL BUSINESS DELL’ACCOGLIENZA Migranti In 108 secondi
IL BUSINESS DELL’ACCOGLIENZA Migranti In 108 secondi
(Firenze)
-

Nuova inchiesta di FanPage che porta alla luce tutto quello che c’è dietro il business immigrazione.
Nuova inchiesta di FanPage che porta alla luce tutto quello che c’è dietro il...

Tratta degli schiavi: ecco quanto costa raggiungere l'Italia
Tratta degli schiavi: ecco quanto costa raggiungere l'Italia
(Firenze)
-

Risoluzione del Consiglio di Sicurezza contro cinque libici e due eritrei: conti bancari congelati e divieto di lasciare i rispettivi paesi
Un primo atto concreto da parte dell’Onu contro i trafficanti di esseri umani...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati