(Milano)ore 11:20:00 del 05/08/2017 - Categoria: , Cronaca, Denunce, Economia, Politica

Uno "sport" praticato esclusivamente da pescecani traffichini dalle fauci spaventose.E Maroni,che per questi "atleti" ha un debole, ha una fortuna sfacciata,si ritrova lui,uno dei peggior politici in assoluto ed uno tra i più "avvelenati" di poltrone, a governare una regione che,buon per lui(e per i suoi abitanti) da sempre cammina(corre)con le proprie gambe.500 mila euro per il Golf,lo "sport" dei ricconi annoiati?Questo è fumato e non da meno lo sono tutti quelli che pavidamente non si sono messi di traverso di fronte ad una così folle e scellerata proposta

Tensione e proteste durante la seduta del consiglio regionale lombardo hanno provocato l’intervento della Digos su richiesta del presidente del consiglio Raffaele Cattaneo. Tutto è nato dalla decisione della giunta di Roberto Maroni di ripresentare un emendamento – già bocciato una volta – alla legge di assestamento di Bilancio per finanziare con mezzo milione di euro gli Open di golf di Monza. Una decisione duramente contestata dal Movimento Cinque Stelle che ha esposto cartelli con la scritta “Maroni Game Over” e anche dal Pd.

Durante le proteste dei pentastellati, che hanno provocato la sospensione della seduta, il presidente del consiglio Raffaele Cattaneo, ha chiesto l’intervento della Digos dopo l’espulsione, da lui decisa, della consigliera del M5S, Silvana Carcano, che aveva rifiutato di uscire dall’aula del Pirellone. “La situazione – ha detto Andrea Fiasconaro, capogruppo del M5S Lombardia – è gravissima. Per Cattaneo il regolamento è carta straccia, lo interpreta costantemente a uso e consumo della maggioranza. Gli ricordiamo che l’aula è sovrana e ha votato no per quel finanziamento. Il Consiglio regionale è diventato lo zerbino della giunta grazie a Cattaneo”.

L’attività dell’aula è rimasta sospesa per circa due ore, dopo la protesta delle opposizioni per la ripresentazione dell’emendamento da parte dell’assessore Massimo Garavaglia. L’emendamento ricalcava, salvo una voce di spesa su quattro, il precedente. I nove consiglieri del M5S hanno contestato l’ammissibilità del nuovo emendamento e di conseguenza l’interpretazione del presidente Cattaneo per l’ammissibilità. Cattaneo, al culmine delle proteste, ha quindi deciso per l’espulsione della consigliera Carcano, che si è però rifiutata di uscire dall’aula, quando le hanno rivolto l’invito i commessi. Dopo due ore, è intervenuta la polizia per invitare, durante la sospensione dei lavori, la consigliera a lasciare i banchi. La Carcano è uscita tranquillamente, “per non creare problemiagli agenti”, ha risposto una volta fuori.

Autore: Luca

Notizie di oggi
NO agli sbarchi di Salvini come gli 80 euro di Renzi?
NO agli sbarchi di Salvini come gli 80 euro di Renzi?
(Milano)
-

Portare a casa un risultato subito, quale che sia: che differenza c’è tra il blocco delle navi delle Ong imposto da Salvini e la mancia degli 80 euro concessi da Renzi?
Portare a casa un risultato subito, quale che sia: che differenza c’è tra il...

Reddito Base Incondizionato: guadagneremo in un futuro senza LAVORO
Reddito Base Incondizionato: guadagneremo in un futuro senza LAVORO
(Milano)
-

Voglio iniziare con una domanda inquietante: secondo voi stiamo andando verso un futuro con più o meno posti di lavoro?
di Beppe Grillo – Voglio iniziare con una domanda inquietante: secondo voi...

La Tasse ci DIVORERANNO: ECCO 3 MOTIVI
La Tasse ci DIVORERANNO: ECCO 3 MOTIVI
(Milano)
-

Vi citiamo tre casi apparentemente diversi tra loro: l’accordo per gli esuberi Tim, l’impatto delle politiche Bce su debito pubblico italiano e infine le aliquote dell’Imu da pagare lunedì prossimo.
Vi citiamo tre casi apparentemente diversi tra loro: l’accordo per gli esuberi...

Di Maio: 'eliminare lo sfruttamento del lavoro domenicale'
Di Maio: 'eliminare lo sfruttamento del lavoro domenicale'
(Milano)
-

Il ministro del Lavoro si dice pronto a rivedere il decreto Monti. Cisl favorevole
Il tema del lavoro domenicale tiene banco a via Veneto. Il ministro del Lavoro e...

Siamo lo 0,01% della vita sulla Terra, e la stiamo uccidendo
Siamo lo 0,01% della vita sulla Terra, e la stiamo uccidendo
(Milano)
-

E’ ufficiale: siamo la peste della Terra. Lo si sapeva già, ma ad aggravare il quadro provvede una sconvolgente ricerca statistica: i 7,6 miliardi di umani rappresentano solo lo 0,01% di tutti gli esseri viventi.
E’ ufficiale: siamo la peste della Terra. Lo si sapeva già, ma ad aggravare il...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati