(Palermo)ore 14:37:00 del 28/06/2017 - Categoria: , Denunce, Politica

Non é stato sufficiente l'alibi dell'ostentato grido: onestà, onestà per allontanare da loro i sospetti, né tampoco il restituire una parte dei lauti stipendi conseguiti, impensabili per ciascuno di loro in una occupazione nel mondo civile. Tutto il tam tam sull'onestà si é rivelato alla fine soltanto come una messa in scena. Ma a guardar bene all'interno dell'elenco dei rinviati a giudizio qualcosa di sorprendente per la verità c'é. E' nel constatare che con loro é coinvolto anche un Cancelliere del Tribunale: Giovanni Scarpello. Cosa ci fa un cancelliere in mezzo ai grillini? Mistero. Un connubio diavolo ed acqua santa in politica non si era ancora visto.

E alla fine le firme false dei grillini finirono a processo. Lo ha deciso il gup di Palermo, Nicola Aiello, ordinando il rinvio a giudizio di tutti i quattordici indagati: tre deputati nazionali, due consiglieri regionali e otto tra attivisti ed ex attivisti del Movimento 5 Stelle più un cancelliere del tribunale.

Sono tutti coinvolti nell’inchiesta sulle firme ricopiate depositate nel 2012 per presentare la lista del Movimento 5 Stelle alle elezioni amministrative del capoluogo siciliano. Il processo comincerà il 3 ottobre davanti al giudice monocratico. Gli imputati rispondono, a vario titolo, di falso e della violazione della legge regionale che ha recepito il testo unico in materia elettorale.

A giudizio, come ha chiesto il pm Claudia Ferrari, ci sono cinque politici: i deputati Riccardo Nuti, Giulia Di Vita e Claudia Mannino, che sono stati sospesi de imperio dal comitato dei probiviri del Movimento, dopo che essersi avvalsi della facoltà di non rispondere nel primo interrogatorio, rifiutando anche di lasciare agli inquirenti un campione della propria calligrafia. In seguito hanno definito l‘inchiesta “una montatura”, sono entrati in polemica pubblica con Beppe Grillo e hanno lasciato volontariamente il gruppo parlamentare pentastellato.

Autore: Carmine

Notizie di oggi
Ponte Morandi: altro che nazionalizzazione! Ecco l'emendamento PRO BENETTON
Ponte Morandi: altro che nazionalizzazione! Ecco l'emendamento PRO BENETTON
(Palermo)
-

A due mesi dal tragico crollo del Ponte Morandi, l’unica certezza è che Autostrade per l’Italia non sarà nazionalizzata
A due mesi dal tragico crollo del Ponte Morandi, l’unica certezza è che...

Vivi vicino a un fast food? Aumenta il rischio DIABETE
Vivi vicino a un fast food? Aumenta il rischio DIABETE
(Palermo)
-

Le persone che vivono in zona con un’alta densità di fast food e take away hanno l’11% di rischio in più di sviluppare il diabete
Le persone che vivono in zona con un’alta densità di fast food e take away hanno...

Lodi: 60mila euro per i bimbi immigrati...e i BIMBI ITALIANI???
Lodi: 60mila euro per i bimbi immigrati...e i BIMBI ITALIANI???
(Palermo)
-

Lodi, mensa vietata ai figli degli immigrati: polemiche e contraddizioni
Lodi, mensa vietata ai figli degli immigrati: polemiche e contraddizioni A Lodi...

Generare temporali a comando. Il folle progetto di Teller
Generare temporali a comando. Il folle progetto di Teller
(Palermo)
-

Tutto pianificato a suo tempo, già nel 1997, durante il convegno di Erice, dove fu presentato il folle progetto Teller, poi messo in pratica nell’Europa.
Tutto pianificato a suo tempo, già nel 1997, durante il convegno di Erice, dove...

Schiavi della finanza, grazie a POLITICI TRADITORI
Schiavi della finanza, grazie a POLITICI TRADITORI
(Palermo)
-

«Di tutti i modi per organizzare l’attività bancaria, il peggiore è quello che abbiamo oggi» (Sir Mervyn King, ex governatore della Banca d’Inghilterra).
«Di tutti i modi per organizzare l’attività bancaria, il peggiore è quello che...



Giornale di Oggi | Contatti | Sitemap articoli

2013 Giornale di Oggi - Tutti i diritti riservati